La scuola del benessere :

una scuola innovativa

Per una scuola innovativa sono necessari cambiamenti …da dove iniziare dai “COMPITI”.

La scuola del futuro deve essere una scuola ATTIVA non PASSIVA. Una scuola dell’educazione e della formazione: relazioni costruttive collaborazione continua tra i pari e tra gli adulti. Una scuola “dell’imparare ad imparare ad imparare per spiegare”. Insegnare in classe ed imparare a casa non è più opportuno! Fare i compiti in classe subito dopo spiegazioni e ricerche correlate all’apprendimento con gli insegnanti che diventano supervisori attenti. E’ NECESSARIA IMMEDIATA PRATICA ,studiare in classe ,esercitarsi per qualsiasi materia . In questo modo gli insegnanti diventano insegnanti con la “I” Maiuscola. Con dilatazione dei tempi adatti a ciascuno per lavorare con le molteplici intelligenze: organizzazione flessibile di spazi, tempi e modalità di lavoro. A scuola i discenti possono portare contributi personali sugli argomenti che vogliono approfondire. Inoltre lavorando in classe, l’ insegnante può creare strategie adattive per ogni singolo alunno. Il docente diventa attento osservatore e ricerca in caso di non apprendimento modalità operative diverse fino al completo assorbimento. L’alunno capace invece produce nuovi apprendimenti e continua il suo percorso e coopera. Studiare ed applicare le modalità in classe è importante per capire come intervenire ed apporre gli svariati metodi operativi esecutivi e di studio personalizzandone le caratteristiche intrinseche.

Esempi:

  • Lezione capovolta
  • Peer Education
  • Auto apprendimento
  • Ricerca - azione
  • Problem - solving
  • Circle - time
  • Cooperative learning
  • Didattica Metacognitiva
  • Brain storming
  • Lavoro individuale a coppie e in piccolo gruppo
  • A.M.A.S .Auto-mutuo-aiuto-scolastico (mtp)

Motivare e supportare gli alunni nel percorso del proprio apprendimento ,atto a consentire il pieno sviluppo delle potenzialità di ciascun discente .Collaborazione e condivisione dei percorsi socio-educativi con le famiglie nel rispetto dei ruoli, funzioni e responsabilità.

Permettere che “tutti stiano bene a scuola e a casa” eliminando gravi problemi emotivi :ansia di prestazione , disagio scolastico e familiare. I docenti devono usare gentilezza ,cortesia e disciplina etica. Sport, musica, arte sono elementi fondamentali per la ricerca della “bellezza e della salute“personale, fisica e spirituale.

Una formazione centrata sull’ alunno, per un nuovo futuro di cittadini attivi ,positivi ,responsabili e consapevoli dei propri diritti e doveri; utilizzando il pensiero-critico per diventare solidali e capaci di gestire problemi personali ed altrui e di convivere democraticamente in una società pluralistica e complessa come quella di oggi. Un ambizioso traguardo …di conseguenza da qualche parte è necessario partire .I docenti sempre oberati di lavoro a casa e a scuola ,basta correzioni senza alunni ed inutili ripetizioni che sfiancano “ hai sbagliato”… cambiamolo in “hai sbagliato ok !ora capiamo insieme dove è l errore e troviamo insieme il modo per risolverlo ”.Finalmente gli insegnanti possono operare esclusivamente “in diretta sul campo “ che è il metodo migliore. Riacquisizione del proprio ruolo di istruttore di conoscenze e soprattutto di come applicarle.

La scuola deve diventare un ambiente lavorativo di cultura positiva e stimolante! Deve essere ricordato come un luogo sicuro di preparazione alla vita. Secondo il mio punto di vista almeno negli anni della scuola dell’ obbligo gli insegnanti si devono occupare della preparazione “come studiare ,come imparare e come usare la proprie caratteristiche personali ed utilizzare i propri talenti.”

Estrapolare le attitudini di ogni alunno, valorizzandole e arricchendole con le conoscenze.

L’insegnante come un direttore d’orchestra conduce. Ognuno suona la musica con il proprio stile e con il proprio strumento e con la propria anima ed il risultato è un eccellente melodia di suoni ! E’ un’ opera d’arte!

Mariateresa Pegoiani

 

 

 

Sede dei corsi: presso Libera Accademia Pegoiani sede associazione LAP palazzo Ferrari – villaggio Ferrari 27/b (Brescia)

prenotazione al 320-2521229
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (LEGGE DI ATTRAZIONE.pdf)LEGGE DI ATTRAZIONE[ ]220 kB
Scarica questo file (Nutrizione_Alimentazione_L.A.P..pdf)NUTRIZIONE[ ]212 kB